Scrubber a umido per trattamento odori, COV e vapori inorganici

Quattro realizzazioni concrete di sistemi di depurazione a umido di vapori inorganici e COV  nel settore chimico, metallurgico e produzione detergenti

Le realizzazioni di seguito riportate si riferiscono ad impianti realizzati da Tecnosida® per abbattere COV (Composti Organici Volatili) e CIV (Composti Inorganici Volatili) in diversi settori industriali.
I CIV sono composti chimici con le stesse caratteristiche fisiche dei COV, ma si differenziano da essi in quanto non appartengono alla chimica organica. Alcuni esempi di CIV tipici sono l’ammoniaca (NH3), l’acido solfidrico (H2S) e l’anidride carbonica (CO2).
I CIV, come i COV, possono essere basici (come l’ammoniaca), acidi (come i vapori di acido cloridrico o nitrico) oppure CIV ridotti (come l’acido solfidrico) e possono essere abbattuti tramite l’utilizzo di scrubber. A seconda della tipologia di composti presenti nel flusso da trattare, al liquido di ricircolo vengono aggiunti reagenti acidi, basici o ossidanti che permettono la rimozione degli inquinanti.
Vediamo insieme alcuni casi concreti.

Applicazione 1: abbattimento COV legati alla produzione di bicarbonato di sodio nel settore chimico

L’azienda di questa prima applicazione si occupa della produzione di bicarbonato di sodio e della lavorazione di composti chimici che vengono utilizzati in svariati settori industriali. Le diverse sedi presenti nel Mondo operano anche in altri settori industriali, producendo materie plastiche speciali utilizzate nei mercati hi-tech.

La sede italiana di questa multinazionale ci ha contattato presentando la necessità di ridurre sensibilmente l’emissione in atmosfera di COV prodotti durante la lavorazione del bicarbonato di sodio.

Scrubber per abbattimento COV

Per risolvere la problematica del cliente e ridurre le emissioni di COV, Tecnosida® ha progettato uno scrubber in grado di ridurre decisamente le concentrazioni delle molecole presenti nell’emissione da trattare. Lo scrubber utilizzato in questa applicazione è di tipo verticale: a differenza degli scrubber orizzontali, in esso il flusso aeriforme entra nella parte bassa dell’abbattitore per poi essere trattato grazie all’utilizzo di corpi di riempimento che vengono irrorati d’acqua dagli ugelli. L’efficacia di abbattimento è mantenuta elevata grazie alla struttura di questo scrubber che garantisce un tempo di permanenza, una velocità di attraversamento ed una superficie di contatto idonee all’abbattimento delle sostanze inquinanti presenti nel flusso aeriforme.

Torre scrubber

In questo caso, su specifica richiesta del cliente, Tecnosida® ha progettato e realizzato lo scrubber per poi consegnarlo pre-montato al cliente insieme al layout di posa. L’installazione finale è stata effettuata dall’azienda cliente grazie al supporto tecnico on-site e all’assistenza telefonica fornita da Tecnosida®.

Vuoi ricevere approfondimenti sull’argomento: “Scrubber a umido per trattamento odori, COV e vapori inorganici“?

Richiedi informazioni

Applicazione 2: depurazione odori derivanti da processi di estrazione di oli

L’azienda cliente a cui si riferisce questa seconda applicazione è un’industria olearia che si occupa dell’estrazione di olio di sansa. Durante questa attività, la sansa non viene lavorata in tempi brevi e può restare in giacenza per diverse settimane, causando emissioni odorose molto forti che si diffondono nell’ambiente circostante.
A causa della posizione di questa azienda, gli odori emessi hanno creato problematiche con il vicinato che ha chiesto di intervenire per limitare l’emissione. Per questo motivo il sansificio ha contattato Tecnosida® richiedendo un pronto ed efficace intervento per risolvere il problema.

Scrubber in acciaio INOX per abbattimento odori derivanti dai processi di estrazione olio

Dopo apposito sopralluogo tecnico presso la sede del cliente, Tecnosida® progetta e realizza un sistema di abbattimento ad umido in grado di risolvere la problematica. Esso è composto da due torri di lavaggio verticali complete di sistema di dosaggio dei reagenti chimici.
Come abbiamo visto nell’applicazione precedente, negli scrubber gli inquinanti vengono abbattuti grazie all’utilizzo di un liquido di lavaggio composto da acqua e reagenti che possono avere diversa natura.
In questo caso il flusso aeriforme da trattare è caratterizzato dalla presenza di sostanze di tipo acido (idrogeno solforato, mercaptani etc.) e di molecole biologiche derivanti dalla lavorazione della sansa. Per questo motivo ognuna delle due torri è stata dotata di una vasca in cui all’acqua viene addizionato un reagente basico per abbattere le sostanze acide e un ossidante per eliminare le molecole biologiche e ridurre la loro carica microbiologica potenzialmente patogena. Inoltre, per fare in modo che il liquido di ricircolo mantenga sempre valori adeguati all’abbattimento degli inquinanti presenti, le vasche sono state dotate di sonde che verificano pH e Redox ed automaticamente integrano il relativo reagente.

Scrubber per odori biologici sansa

Questo sistema di abbattimento ad umido è formato da due torri in quanto la portata d’aria da trattare è molto elevata. Per garantire maggior resistenza all’elevata temperatura di esercizio (oltre 60°C a valle degli essiccatoi, ovvero all’entrata del sistema di trattamento) l’impianto è realizzato in acciaio INOX.
La soluzione proposta da Tecnosida® ha permesso di risolvere la problematica del cliente, limitando l’emissione in atmosfera di composti odorigeni ed azzerando le lamentele ad essa connesse.

Applicazione 3: abbattimento vapori acidi e basici da produzione acciaio INOX settore metallurgico

In questa applicazione tratteremo il caso di una fabbrica metallurgica, un’azienda italiana specializzata in finiture su metalli e nella realizzazione di acciaio INOX in varie finiture di colore.
Il campo di applicazione dei loro prodotti è molto vasto in quanto operano in tutti i settori che utilizzano componenti in acciaio inossidabile (design, architettura, edilizia, settore automobilistico…). Questo tipo di produzione comprende diversi processi che comportano l’emissione in atmosfera di gas inquinanti quali COV, CIV, e fumi.
Il cliente ci ha contattato chiedendo di intervenire per abbattere i vapori acidi e basici derivanti dalle operazioni di lavaggio di lastre inox.

Scrubber a doppio stadio per abbattimento vapori acidi e basici nella produzione di INOX

Il processo lavorativo consiste nel lavaggio di lastre in acciaio inox mediante l’utilizzo di reagenti acidi e basici. Questa tipologia di lavorazione viene svolta all’interno di cabine e comporta l’emissione di inquinanti che vengono aspirati tramite cappe. Il flusso aeriforme deve però essere trattato prima di venire emesso in atmosfera e per questo motivo il cliente ha contattato Tecnosida® richiedendo la realizzazione di un sistema di abbattimento idoneo.
I nostri tecnici hanno quindi predisposto un sopralluogo presso la sede del cliente per verificarne le necessità. A seguito di questa prima fase, Tecnosida® ha progettato e realizzato un sistema di abbattimento a doppio stadio composto da due scrubber verticali. Vediamone il funzionamento nel dettaglio.

Il flusso aeriforme contenente vapori acidi e basici viene aspirato e convogliato all’interno della prima torre il cui liquido di lavaggio è composto da acqua con reagente acido idoneo all’abbattimento dei composti alcalini, ovvero basici. L’aeriforme saturo di acqua passa attraverso un separatore di gocce prima di essere convogliato nella seconda torre. Quest’ultima permette di abbattere le sostanze acide prima dell’emissione in atmosfera. A questo scopo, è dotata di un serbatoio per la soda (reagente basico) che viene addizionata all’acqua.
La soluzione progettata e realizzata da Tecnosida® ha permesso l’abbattimento di vapori acidi e basici risolvendo la problematica del cliente e facendo rientrare le emissioni nei limiti previsti dalla Legge.
Considerando il lavoro svolto e il rapporto instaurato, il cliente ci ha poi contattato per realizzare un altro impianto di abbattimento. Vediamolo brevemente insieme.

Scrubber per trattamento fumi da lavaggio piastre

Scrubber verticale per abbattimento vapori acido nitrico settore produzione metalli

La seconda richiesta ricevuta dall’azienda cliente era legata alla fornitura di un sistema di aspirazione e trattamento in grado di abbattere i vapori di acido nitrico (CIV) emessi durante le operazioni di lucidatura di lastre in acciaio inox. Questa operazione viene svolta all’interno di cabine contenitive tramite l’utilizzo di macchine che lucidano le lastre usando una soluzione acida contenente acido nitrico al 3÷4%.

Anche in questo caso Tecnosida® ha progettato un sistema di abbattimento ad umido, ma questa volta è formato da un’unica torre. Nello specifico, il flusso aeriforme contenente i vapori viene convogliato all’interno dello scrubber grazie alla tubazione in acciaio INOX 316 da noi fornita, per poi essere trattato all’interno dello scrubber. Quest’ultimo è stato progettato per abbattere le sostanze acide e, per questo motivo, è stato dotato di un serbatoio per il reagente basico. Esattamente come abbiamo visto nelle realizzazioni precedenti, un sistema di dosaggio, permette di verificare il pH dell’acqua e di aggiungere il reagente basico quando necessario per riequilibrare i valori del liquido. La vasca di raccolta e ricircolo dell’acqua è dotata di valvola automatica di scarico, prevista per il cambio del liquido una volta esausto.
In questa realizzazione, la tubazione di convogliamento è stata realizzata in acciaio INOX 316 per resistere agli acidi presenti nel flusso. Il quadro elettrico invece è stato dotato di inverter per adeguare l’aspirazione alle effettive necessità operative, evitando così sprechi energetici.

Vuoi ricevere approfondimenti sull’argomento: “Scrubber a umido per trattamento odori, COV e vapori inorganici“?

Richiedi informazioni

Applicazione 4: abbattimento fumi da produzione detergenti settore chimico

Il cliente di quest’ultima applicazione è un’azienda che opera nel settore chimico realizzando e distribuendo prodotti per la pulizia e la sanificazione professionale e industriale.
Durante questo ciclo di produzione, all’interno della fabbrica di detergenti, si assiste all’emissione di vari tipi di inquinanti, tra cui gas, fumi e vapori contenenti tracce di cloro, COV di varia specie, acido fosforico e nitrico.

Per questo motivo l’azienda cliente si era dotata di un impianto per aspirare le esalazioni dai mescolatori e trattarle all’interno di un sistema di abbattimento ad umido. Questo impianto obsoleto però non soddisfaceva le necessità del cliente che ha quindi deciso di contattare Tecnosida® richiedendo una consulenza.

Scrubber a umido per abbattimento cloro, COV, acido fosforico e nitrico

A seguito della richiesta del cliente, lo staff Tecnosida® ha effettuato un sopralluogo tecnico presso la sede del cliente per verificare lo stato di fatto e comprendere al meglio i bisogni dell’azienda.
In questa prima fase si è appurata la necessità di modificare sostanzialmente l’impianto esistente sostituendo il ventilatore, il sistema di abbattimento e relativo quadro comando.

Per questo motivo Tecnosida® ha progettato uno scrubber monostadio in polipropilene idoneo all’abbattimento degli inquinanti presenti nel flusso. Lo scrubber è dotato di un nuovo ventilatore posto all’interno della cabina di insonorizzazione esistente al fine di ridurre l’impatto acustico.
Per completare l’impianto, si è provveduto alla fornitura della tubazione di raccordo e del camino di scarico in atmosfera.

Scrubber per abbattimento fumi da produzione detergenti

In questo modo Tecnosida® è riuscita a risolvere le problematiche del cliente e a limitare l’impatto economico dell’impianto mantenendo il sistema di aspirazione e la cabina di insonorizzazione esistenti.