Certificazione classe V per generatori di calore a biomassa

Adozione di depolveratore customizzato per caldaie a biomassa solida

Il cliente:

L’azienda cliente progetta e produce caldaie alimentate a biomassa solida e pellet per tutti i tipi di edifici, con potenze che spaziano da poche decine di kW ad oltre 1000 kW termici.

Il problema:

La combustione è un fenomeno complesso. L’output di questa violenta reazione è, in prima istanza, il calore e, contemporaneamente, una serie di sottoprodotti e scarti che, in molti casi, possiedono caratteristiche e proprietà nocive per l’uomo e per l’ambiente circostante.

Documenti PDF (1)

Galleria

Per queste ragioni, il segmento consumer e civile (semplificando collocabile in una fascia di potenza al di sotto del MW termico), è stato di recente impattato dal meccanismo del conto termico (2013) che, con riferimento alle biomasse, incentiva interventi di piccole dimensioni (potenza inferiore a 1 MW termico) per la produzione di energia termica da fonti rinnovabili e sistemi ad alta efficienza (art. 4, comma 2 del Decreto).

Per le caldaie a biomassa il calcolo dell’incentivo si basa sul prodotto di 4 fattori:

  • Coefficiente di valorizzazione
  • Potenza termica dell'impianto
  • Ore di funzionamento stimate
  • Coefficiente premiante relativo alle emissioni di polveri (per le stufe a pellets, a legna e i termocamini, l'equazione è un po' più complessa)

Come è evidente, il punto 4 è fortemente impattato dal sistema di trattamento emissioni scelto, a tale fine si distinguono due regimi:

  • Per impianti di potenza < 500kW: è richiesta la certificazione del generatore su banco prova secondo i limiti della classe V (UNI EN 303-5:2012);
  • Per impianti di potenza > 500kW> 1MW: è richiesta la certificazione delle emissioni secondo i limiti della classe V (UNI EN 303-5:2012) da eseguirsi in sito da parte di organismo accreditato.
Caldaia a biomassa

Il cliente in questione ha quindi interpellato Tecnosida® per sviluppare un sistema di trattamento ed abbattimento polveri che riuscisse a far rientrare i propri prodotti all'interno dei sopra citati limiti, in modo strutturale e definitivo.

La soluzione proposta:

Tecnosida® prende in carico la richiesta e propone al cliente lo sviluppo di un progetto in partnership al fine di addivenire alla progettazione e produzione di una soluzione dedicata alla specifica caldaia che il cliente intendeva certificare.

Le principali fasi del progetto sono state:

  • Valutazione teorica della situazione tecnica;
  • Presentazione di uno schema di soluzioni con preventivo budgettario;
  • Scelta e suddivisione degli oneri;
  • Test fisico dell'abbattitore utilizzando il generatore da certificare;
  • Messa a punto finale;
  • Certificazione del generatore unitamente all'abbattitore Tecnosida®

La partnership ha avuto esito positivo con contestuale ottenimento della classe V per il generatore (400 kW termici) grazie all’utilizzo della tecnologia TURBOVORTEX®. 

Conseguentemente alle verifiche oggettive eseguite, la società ha così potuto presentare tutta la documentazione necessaria per l’idoneità all’omologazione delle proprie caldaie in classe 5.

Certificazione classe V per generatori di calore a biomassa / Richiedi informazioni

Invia qui richieste tecniche, di preventivo o proposte di collaborazione, ci impegniamo a rispondere in 24 ore.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e dichiaro di aver letto e di accettare l'Informativa sulla Privacy