Filtri depolveratori a cartucce

Filtri auto-pulenti per il trattamento delle polveri

Cos’è il filtro a cartucce?

Il filtro a cartucce è un filtro meccanico autopulente utilizzato per la separazione delle particelle solide presenti in sospensione nel flusso d'aria che si desidera trattare.

Questa tecnologia risulta idonea per il trattamento delle polveri di diversa granulometria e, grazie alla compattezza delle cartucce, è utilizzata in contesti produttivi industriali caratterizzati da spazi ridotti.

Separazione delle polveri e pulizia delle cartucce filtranti: il principio di funzionamento

Nella parte inferiore del depolveratore è posizionato l’ingresso dell'aria da trattare che viene convogliata nel filtro per mezzo di un impianto di aspirazione. Essa attraversa una camera di pre-abbattimento per consentire alla polvere più grossolana di precipitare, salvaguardando le cartucce da carichi eccessivi. Il flusso giunge quindi alla superficie filtrante e la attraversa, con conseguente realizzazione della separazione del particolato che viene fatto precipitare nella parte bassa del filtro, dove la (o le) tramoggia lo convoglia verso i sistemi di raccolta. Questi ultimi, a seconda delle esigenze del settore produttivo a cui è destinato il filtro, possono essere di diverso tipo quali: raccoglitore, valvola stellare, clapet o coclea a canale/intubata.

Gli elementi filtranti vengono mantenuti in perfetta efficienza grazie a cicli automatici di pulizia che solitamente sono realizzati in reverse jet. Essi sono gestiti sulla base della lettura della perdita di carico in modo tale da permettere un limitato consumo di aria compressa ed una maggiore durata degli elementi filtranti. Le cartucce che presentano pieghe sottili ed un’elevata superficie  filtrante vengono invece pulite mediante un sistema ad ugelli rotanti.

Ogni cartuccia può essere realizzate con diversi diametri, altezze e materiali a seconda dell'utilizzo previsto. 

Ugello rotante pulizia cartucce

In base a quest’ultimo fattore, esse possono essere classificate nel seguente modo:

  Diametro Altezza (H) Applicazione Caratteristiche
Cartucce filtranti per polveri fini Da 125 a 156 mm Da 600 a 2000 mm Fumi e polveri da taglio laser e plasma, saldatura... Superficie filtrante contenuta, pieghe ampie
Cartucce per polveri medio-fini Da 218 a 230 mm Da 600 a 2000 mm Lavorazione cemento, legno, minerali.. Superficie filtrante e pieghe dimensionate in base alle polveri
Cartuccia filtrante per polveri grossolane Da 300 a 350 mm Da 600 a 1500 mm Sabbiatura, lavorazione metalli, verniciatura... Elevata superficie filtrante e pieghe sottili, compattezza

 

Filtro a cartuccia: punti di forza

  • viene costruito e configurato in base allo specifico impiego nel tuo business, in termini di quantità di polveri, granulometria, temperature e portata volumetrica del flusso;
  • grazie all’ingombro ridotto è idoneo all’utilizzo in spazi limitati;
  • può essere progettato per raggiungere livelli di efficienza elevatissimi: anche oltre il 99,9% delle polveri può essere rimossa;
  • consente il riutilizzo del residuo solido separato;
  • non presenta livelli di complessità particolari ed è collaudato, affidabile ed economico;
  • può essere progettato e dimensionato per portate limitate o molto elevate, essendo completamente scalabile e modulare;
  • si presta alla certificazione ATEX, nel caso in cui debbano essere trattate polveri classificate come esplosive o infiammabili;
  • prevede l'inserimento di vari possibili sistemi di scarico (manuali, automatici o personalizzati), in abbinamento alla tramoggia;
  • è dotato di scala e parapetti che permettono un comodo accesso al tetto del filtro, per il cambio e la manutenzione degli elementi filtranti.

Filtri a cartucce: punti di debolezza

  • rispetto al filtro a maniche è meno funzionale in contesti caratterizzati da una concentrazione elevata di polveri;
  • l’utilizzo del filtro a cartucce è sconsigliato in presenza di polveri igroscopiche e di materiali che tendono all’impaccamento

Filtri a cartuccia per polveri: dotazione di serie

  • camera di filtrazione;
  • cartucce filtranti;
  • tramoggia con raccoglitori e gambe di sostegno;
  • portello/i di ispezione in tramoggia;
  • sistema pneumatico di pulizia delle cartucce;
  • camera di calma o di pre-abbattimento;
  • scala e parapetti per l’estrazione degli elementi filtranti dal tetto;
  • sonda triboelettrica (obbligatoria in alcuni ambiti normativi).
Cartucce filtranti polveri

Filtri a cartucce: optional disponibili

  • regolatore di pressione;
  • economizzatore;
  • sistemi anti-incendio;
  • moto vibratori;
  • cannoni rompi-ponte;
  • coibentazione

Filtro a cartucce: manutenzione

Tecnosida® si occupa anche della programmazione di periodici interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria. Tale servizio è disponibile anche per il filtro a cartucce e garantisce:

  • corretto funzionamento del filtro
  • elevata efficienza di filtrazione degli inquinanti
  • riduzione degli sprechi (sia in termini economici che energetici)

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci

Filtri depolveratori a cartucce / Richiedi informazioni

Invia qui richieste tecniche, di preventivo o proposte di collaborazione, ci impegniamo a rispondere in 24 ore.

Con riferimento al Regolamento Europeo, letti e compresi i contenuti di cui alla Privacy Policy ed i Termini e Condizioni di utilizzo del sito, dichiaro di prestare il mio consenso a:

privacy policy Tecnosida

attività di promozione e marketing