WETCLEAN Torre di lavaggio

Torri di lavaggio per l'ossidazione di inquinanti e neutralizzazione emissioni gassose

Cos'è il wet scrubber WETCLEAN?

Lo scrubber WETCLEAN, o torre di lavaggio, è una tecnologia di abbattimento ad umido utilizzata per la rimozione degli inquinanti da correnti gassose. È particolarmente indicato per l’abbattimento di polveri, COV (Composti Organici Volatili) e CIV (Composti Inorganici Volatili).

Wet scrubber: meccanismo di rimozione degli inquinanti

Documenti PDF (1)

Molto sinteticamente, possiamo dire che gli abbattitori ad umido o scrubber sono delle “docce” dove l’effluente inquinato viene lavato dal liquido di ricircolo al fine di assorbire gli inquinanti. Alla base dello scrubber viene posta una vasca contenente una soluzione utilizzata per questo processo e caratterizzata da un determinato pH, che ne determina l’acidità o la basicità. Tale pH deve essere idoneo ad abbattere gli inquinanti quindi, ad esempio, i CIV basici vengono abbattuti grazie alla soluzione acida mentre quelli di tipo acido vengono abbattuti tramite soluzione basica. Per garantire l’efficienza di abbattimento, le vasche contenenti la soluzione acquosa sono collegate ad un’opportuna stazione di dosaggio, costituita da serbatoi di stoccaggio, pompe dosatrici (a richiesta una operativa e una di riserva) e da un’apposita linea dedicata. I serbatoi dei reagenti, a mezzo pompe, hanno quindi il compito di compensare il pH.

Utilizziamo l’immagine successiva per capire meglio il funzionamento degli scrubber:

sistema di abbattimento a doppio stadio

Come si può vedere, l’aria inquinata emessa durante il processo produttivo viene aspirata da un’apposita tubazione, passa attraverso l’aspiratore centrifugo e poi viene trattata all’interno dei due scrubber.

Quello rappresentato in figura è infatti un sistema di abbattimento a doppio stadio in cui l’aria entra nel primo scrubber che si occupa della rimozione dei composti basici (come Ammoniaca, Azoto organico, ecc), per poi passare nella seconda torre progettata per la rimozione degli inquinanti acidi (come Idrogeno solforato (H2S), Mercaptani, ecc). Come già spiegato prima, entrambi gli scrubber sono dotati di vasca contenente la relativa soluzione acquosa utilizzata per rimuovere gli inquinanti e collegate ai serbatoi contenenti i reagenti acidi o basici che ne ristabilizzando il pH. Inoltre per ridurre la flora batterica e la potenziale carica patogena dell’emissione, può essere aggiunto un serbatoio contenente soluzioni ossidanti quali ipoclorito di sodio, acqua ossigenata, acido peracetico ecc.

Wet scrubber: parametri di funzionamento

I principali parametri che influenzano il processo di cattura del particolato sono:

  • dimensioni del particolato: tanto più il particolato è grande tanto più semplice risulta la sua cattura;
  • dimensioni delle gocce: l’efficienza di cattura aumenta al diminuire delle dimensioni delle gocce e al crescere della loro densità in fase aeriforme. Dunque, a maggiore efficienza di rimozione corrisponde un maggior consumo di energia, associato alla generazione di una dispersione di gocce molto fini;
  • velocità relativa tra particolato e gocce: un suo incremento favorisce una migliore cattura.

Tipologie di wet scrubber

soluzioni liquide

Una possibile classificazione delle tipologie di scrubber viene effettuata sulla base della fase a cui viene fornita energia. In particolar modo essa può essere fornita:

  • Alla fase aeriforme (gas): questo è il caso dei Wetclean Venturi scrubber o delle torri a piatti.
  • Alla fase liquida: questo è il caso delle torri a spray.
  • Ad entrambe le fasi: è il caso, ad esempio, delle colonne a corpi di riempimento tipo la serie Wetclean T e Wetclean H.

I più importanti abbattitori sono quelli a riempimento. Essi sono costituiti da camere cilindriche, che vengono riempite internamente con strati di materiale di riempimento; tale materiale è sostenuto da appositi graticci, a loro volta appoggiati su opportuni risalti. Apparecchiature come questa possono avvalersi anche di sistemi spray in controcorrente. 

La definizione ottimale dello scrubber (tipologia, dimensionamento, stima della efficienza finale) per la specifica applicazione è realizzata in maniera analitica affiancando la nostra esperienza e le prove sperimentali effettuate.

WETCLEAN: manutenzione

Tecnosida® si occupa anche della programmazione di periodici interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per verificare la struttura dell’impianto. Tale servizio è disponibile anche per il WETCLEAN e garantisce:

  • corretto funzionamento dello scrubber;
  • elevata efficienza di rimozione degli inquinanti;
  • riduzione degli sprechi (sia in termini economici che energetici).

Per maggiori informazioni non esitate a contattarci: programmeremo con voi questa importante attività!

Contatta Tecnosida per ricevere una consulenza specifica ed aderente alla situazione tecnica della tua azienda!

WETCLEAN Torre di lavaggio / Richiedi informazioni

Invia qui richieste tecniche, di preventivo o proposte di collaborazione, ci impegniamo a rispondere in 24 ore.

Autorizzo il trattamento dei miei dati personali e dichiaro di aver letto e di accettare l'Informativa sulla Privacy